I grassi nella nutrizione (2006)

Dalla base di dati scientifici dei diversi studi risulta che i grassi possono esercitare effetti fisiologici svariati, dipendenti dalla loro fonte, dalle loro caratteristiche e dal processo di lavorazione. Occorre dunque distinguere diversi tipi di acidi grassi per poter formulare raccomandazioni precise. In questo rapporto saranno perciò esposte le più recenti risultanze scientifiche per ogni acido grasso e per il colesterolo alimentare. È importante tenere conto del fatto che le quantità consumate variano da un grasso all’altro. La moderazione è consigliata per quanto riguarda l’apporto di alcuni grassi, e l’importanza del colesterolo alimentare è ben diversa da quanto si ritenesse dieci anni or sono. Le principali conclusioni e raccomandazioni sono esposte in modo strutturato nel riassunto introduttivo del rapporto «I grassi nella nutrizione».
L’obiettivo è quello di rendere cosciente la popolazione, ovvero le consumatrici e i consumatori, della possibilità di favorire la propria salute con un’alimentazione equilibrata e variata, in conformità con la piramide alimentare, che raccomanda un consumo moderato di grassi.

Pubblicazioni

Da gennaio 2014, l’Ufficio federale di veterinaria (UFV) e la divisione sicurezza delle derrate alimentari dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) costituiscono l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV). Di conseguenza, i rapporti sono stati pubblicati a nome dell’UFSP ma non ricadono più sotto la sua responsabilità.  

Ultima modifica 14.07.2017

Inizio pagina

https://www.eek.admin.ch/content/eek/it/home/pub/fette-in-der-ernaehrung-0.html